» Salta il menu
» Visualizzazione predefinita

 
 
Presentato il progetto ColleVerde: nuove prospettive per la raccolta differenziata a Collesalvetti
bidoni di colori diversi per raccolta differenziata

L'Amministrazione Comunale di Collesalvetti si è posta fin dall'inizio di questo mandato l'obiettivo di aumentare la percentuale di raccolta differenziata, mantenendo sostenibile il costo del servizio di raccolta dei rifiuti urbani per le famiglie colligiane. Già in questi ultimi anni la percentuale è arrivata al 42% (dato 2016) dal 27% di partenza. Ma per arrivare ad un decisivo incremento resta da affrontare la questione della frazione organica dei rifiuti solidi urbani, la cosiddetta FORSU. I cittadini sanno bene che ad oggi non è ancora attiva sul territorio la raccolta separata dell'umido: su questo l'Amministrazione sta lavorando col gestore REA, anche in previsione dell'avvento del gestore unico di ambito a seguito della gara di RetiAmbiente, per attivare la raccolta in forma sperimentale già entro fine 2017. Un elemento che potrebbe innescare un balzo in avanti decisivo per il territorio colligiano (e non solo) deriva dalla possibilità di valorizzare finalmente in positivo l'area del Biscottino: come scritto nel programma di mandato 2014/2019 del Sindaco Bacci, “senza la possibilità di fare leva su un polo industriale legato al riciclo a pochi km di distanza, non solo la dinamica della differenziazione nella raccolta produrrebbe costi aggiuntivi, ma non avremmo nemmeno la possibilità di verificare direttamente se, a differenziazione nel conferimento del rifiuto, corrisponda una valorizzazione a valle”. Ecco che quindi appare quantomeno da approfondire l'interesse manifestato sul polo di Biscottino, previa manifestazione di interesse pubblica, dell'azienda Cesaro Mac Import di Eraclea (Venezia), che ha anche partecipato al bando di Invitalia con la società Colleverde, di proprietà al 100%. L'azienda si è presentata oggi pubblicamente all'Interporto in occasione delle iniziative con le quali l'Amministrazione ha inteso pubblicizzare i progetti presentati ad Invitalia relativi al Comune di Collesalvetti. In questa sede è stato possibile conoscere le potenzialità che deriverebbero da un'iniziativa di questa portata: al di là delle ricadute occupazionali ( 15 circa gli occupati diretti), l'elemento saliente starebbe proprio nella possibilità di raggiungere soglie superiori al 70% della raccolta differenziata nel territorio di Collesalvetti, a costi invariati per la cittadinanza. Nelle prossime settimane si terrà un nuovo passaggio pubblico teso ad approfondire la progettualità proposta in oggetto e la sua sostenibilità, in un'ottica di piena trasparenza e condivisione con la comunità colligiana.

Data di pubblicazione: 19/07/2017