» Salta il menu
» Visualizzazione predefinita

 
 
[A] Accesso agli atti
URP Ufficio relazioni con il pubblico

Il diritto di accesso è la possibilità, stabilita dalla L. 241/90 e successive modificazioni ed i integrazioni, di visionare o ottenere copia di atti amministrativi.
Questo diritto può essere esercitato da parte di tutti i soggetti (cittadini, associazioni, imprese, ecc.) che hanno un "interesse giuridicamente rilevante" nei confronti dell'atto a cui vogliono accedere.
Più semplicemente, ha diritto ad accedere a un determinato atto chiunque possa dimostrare che il provvedimento o l'atto produce effetti diretti o indiretti nei suoi confronti.

Il diritto di accesso può essere esercitato anche "alle amministrazioni, associazioni e comitati portatori di interessi pubblici o diffusi", ai sensi dell'art. 9 del D.P.R. 352/92.

Oggetto del diritto di accesso sono tutti gli atti amministrativi, così come definiti dal DPR 445/2000.

La legge sull’accesso dà al cittadino questi diritti:

- diritto a partecipare all'attività dell'Amministrazione pubblica;
- diritto ad avere un unico interlocutore all'interno dell'Amministrazione;
- diritto alla conclusione della pratica in tempi certi;
- diritto a conoscere i motivi della decisione;
- diritto alla trasparenza nell'uso del denaro pubblico a vantaggio dei privati;
- diritto di accesso ai documenti amministrativi regionali (delibere e decreti della Giunta e delibere del Consiglio);
- diritto ad iniziare l'attività privata su denuncia e silenzio-assenso;
- diritto ad usare l'autocertificazione e l'autodichiarazione.