» Salta il menu
» Visualizzazione predefinita

 
 
Vincolo idrogeologico
Panorama colline in primavera

Il Vincolo Idrogeologico ha come scopo principale quello di preservare l’ambiente fisico e quindi di impedire forme di utilizzazione che possano determinare denudazione, innesco di fenomeni erosivi, perdita di stabilità o alterazione del regime delle acque con possibilità di danno pubblico. Partendo da questo presupposto detto Vincolo, in generale, non preclude la possibilità di intervenire sul territorio ma segue l'integrazione dell'opera con il territorio.Un territorio che deve rimanere integro e fruibile anche dopo l'azione dell'uomo, rispettando allo stesso tempo i valori paesaggistici dell’ambiente. Le autorizzazioni non vengono rilasciate quando esistono situazioni di dissesto reale o quando l’intervento richiesto può produrre danni.

Sono sottoposti a vincolo idrogeologico tutti i terreni coperti da boschi così come definiti all’articolo 3 della legge Forestale Regionale oltre alle aree perimetrate ai sensi del RD 3267/23 - Riordinamento e riforma della legislazione in materia di boschi e di terreni montani.La relativa perimetrazione è consultabile nella sezione "cartografia"

Sono di competenza comunale le seguenti procedure:

- la trasformazione della destinazione d’uso dei terreni attuata per la realizzazione di edifici, manufatti edilizi, opere infrastrutturali ed altre opere costruttive;
- la realizzazione di ogni opera o movimento di terreno che possa alterare la stabilità dei terreni e la regimazione delle acque non connesse alla coltivazione dei terreni agrari ed alla sistemazione idraulico-agraria e idraulico-forestale degli stessi;
- l'attività estrattiva.

Nel Regolamento Forestale e nel Regolamento comunale per la disciplina dell’organizzazione e dello svolgimento delle funzioni in materia di vincolo idrogeologico sono individuati i casi in cui è richiesto il rilascio dell'autorizzazione ai fini del Vincolo Idrogeologico, quelli soggetti a dichiarazione di inizio dei lavori, nonchè i casi in cui le opere e i movimenti di terreno sono eseguibili senza autorizzazione o dichiarazione.

Per gli interventi ricadenti in tali aree per i quali è necessaria la richiesta di autorizzazione o dichiarazione inizio lavori, sia che si tratti di opere soggette a Comunicazione, Permesso di Costruire, Dichiarazione di Inizio di Attività, Segnalazione Certificata Inizio Attività o Attestazioni e Permesso di costruire in sanatoria, le domande ai fini del Vincolo Idrogeologico devono essere presentate al Comune preventivamente con autonoma istanza e conseguente distinto numero di protocollo.

Le domande ai fini del Vincolo Idrogeologico devono essere presentate al Comune secondo quanto previsto dal regolamento comunale utilizzando l’apposita modulistica.

Al seguente link le modalità per eseguire i pagamenti ed i relativi importi http://www.comune.collesalvetti.li.it/site/home/mi-informo-per.../fare-pagamenti.html