» Salta il menu
» Visualizzazione predefinita

 
 
Il Comune di Collesalvetti è attivo per rispondere all’emergenza del sisma nel Centro Italia

Anche il Comune di Collesalvetti è in contatto con il centro di Protezione Civile della Regione Toscana, per stabilire le modalità di intervento e di aiuto ai territori dell’Italia centrale, gravemente colpiti dal terremoto. Il Comune si è subito attivato per rispondere all’emergenza del sisma e il Sindaco Bacci ha già comunicato la più completa disponibilità ad allestire e coordinare progetti di aiuto nei confronti delle popolazioni colpite: "A tutte le comunità va la nostra solidarietà e, insieme a tutte le associazioni del territorio, si conferma la piena disponibilità a fare quanto richiesto e ritenuto necessario dagli organi di Protezione Civile. Siamo in contatto con le autorità competenti e siamo pronti ad attivarci per dare il nostro contributo. La situazione è ovviamente molto delicata e tutti gli aiuti devono essere organizzati e coordinati. Ci aggiorniamo costantemente per garantire tutto il nostro supporto. La nostra struttura di Protezione Civile è attiva fin dalle prime ore per fornire tutta l'assistenza possibile. Sul Palazzo Comunale di Collesalvetti le bandiere sono listate a lutto, in memoria delle vittime del terremoto".

Personale di supporto di protezione civile

L'Amministrazione Comunale, in rapporto con il coordinamento nazionale e regionale di Protezione Civile, ha reso immediatamente disponibili n.9 dipendenti con funzioni tecnico/amministrative che si trovano in stato di pre-allerta, pronti a partire in caso di chiamata, per raggiungere i luoghi colpiti dal terremoto, e potersi così unire ai soccorsi.
Al momento la Colonna mobile della Protezione civile regionale è nei pressi di Amatrice per individuare l'area migliore dove poter allestire il campo base di accoglienza (512 posti, modulo ristoro e cucina da campo, bagni, cisterne gasolio, modulo officina, modulo di documentazione e segreteria, posto medico avanzato di primo soccorso).
Il sistema di Protezione Civile comunale si muoverà in modo consequenziale sulla base delle notizie che stanno giungendo in tempo reale dai luoghi del terremoto, attraverso i canali diretti, al fine di capire le possibili forme di supporto agli aiuti. L’impegno della struttura comunale per il sostegno alla Colonna mobile regionale si protrarrà per tutto il periodo di emergenza, anche in funzione del monitoraggio degli edifici danneggiati.

Raccolta di beni di prima necessità

L’Amministrazione ha avviato con la Protezione civile provinciale, il coordinamento per la raccolta di beni di prima necessità in modo tale da attivarsi in merito alle reali necessità del momento, per evitare che vengano raccolti generi eccessivi di un tipo e scarsi di altro. Le ultime notizie pervenute chiedono di sospendere attualmente le iniziative a tal fine, per non congestionare i soccorsi data la rilevante disponibilità di risorse attuali e rimandare le iniziative ad un quadro più definito.  Sarà cura del Comune informare i cittadini per le future attività promosse dall’ente e sostenere le iniziative in corso organizzate sul territorio da enti e associazioni che lavorano in autonomia rispetto al Comune.

Contributi economici

La Protezione civile regionale evidenzia che è attualmente prioritario raccogliere fondi e fare donazioni economiche. Sono numerose le iniziative in merito: è attivo il numero solidale 45500 del Dipartimento della Protezione Civile con cui è possibile donare 2 euro inviando un sms solidale o effettuando una chiamata da rete fissa; la Croce Rossa Italiana ha creato il numero telefonico 065510, dedicato al servizio donazioni.
L’Assessore Menicagli sottolinea “I cittadini e l’Amministrazione comunale di Collesalvetti sono vicini alle popolazioni colpite dal terremoto e sapranno agire con il cuore, rispondendo con altruismo così come già avvenuto nel caso dei terremoti che hanno colpito negli anni passati L'Aquila e l'Emilia Romagna”.

Data di pubblicazione: 25/08/2016