» Salta il menu
» Visualizzazione predefinita

 
 
Lettera dell’Assessore all’Istruzione ai genitori dei bambini delle scuole materne del Comune
Assessore Donatella Fantozzi

Cari genitori,

credo che le notizie che vi hanno fornito siano parziali: è vero, abbiamo optato per l'annullamento della colazione nelle Scuole d'Infanzia del Comune di Collesalvetti, però è anche vero quanto segue: i drastici tagli effettuati dallo Stato sull'assegnazione del personale ATA agli Istituti Scolastici hanno reso impossibile per il suddetto personale continuare a svolgere tutte le funzioni che onoravano fino all'anno scorso; abbiamo dovuto scegliere: e abbiamo scelto di ridurre servizi opzionali (come la colazione) e di mantenere servizi essenziali (come l'apertura e la chiusura dei plessi scolastici, la loro pulizia, la sorveglianza sugli alunni); e abbiamo anche scelto di aprire due nuove sezioni di Infanzia, necessarie nel nostro Comune per poter accogliere 60 nuovi bambini e bambine, per poter dare loro il servizio scolastico, per poter dare ai loro genitori la possibilità di andare a lavorare.

Ci tengo a precisare che la Regione Toscana e i suoi Comuni, attraverso il Progetto Pegaso, stanno adempiendo ad un compito che è dello Stato: da ben tre anni lo Stato non apre più nuove sezioni di Scuola dell’Infanzia, e la nostra Regione (unico caso in Italia), insieme ai suoi Comuni, sopperisce a questa gravissima mancanza: ciò comporta costi non previsti poiché per lo Stato, per il Presidente del Consiglio Berlusconi e per il Ministro Gelmini, queste sezioni non esistono!!! Paghiamo gli arredi, le utenze, i collaboratori scolastici e gli insegnanti.

Certamente questa è stata una scelta dell’Amministrazione Comunale, potevamo anche dire di no, potevamo lasciare a casa 60 bambini e continuare a dare la colazione (peraltro, lo sottolineo nuovamente, un sevizio opzionale, non obbligatorio), potevamo dire di no e ristrutturare le strade comunali che sicuramente hanno bisogno di manutenzione, potevamo dire di no e dare contributi alle associazioni di volontariato, potevamo dire di no e incentivare altri servizi, un Comune ha solo l’imbarazzo della scelta…

E in questo imbarazzo noi abbiamo scelto quanto sapete, col convincimento profondo che “7 mesi di scuola più altri 7 non fa 14 ma 49”: l’istruzione, l’educazione, la cultura, la formazione non crescono in maniera aritmetica ma esponenziale. Senza dimenticare che la Scuola è e deve continuare ad essere una risposta sociale di alto livello culturale: i genitori dei nostri bambini devono avere la possibilità di lavorare, per costruire il loro futuro, per pagare il mutuo, per sognare di poter avere figli… I Dirigenti scolastici hanno condiviso questa scelta, e ovviamente conoscono quanto esposto; sicuramente hanno comunicato ai loro docenti la situazione, per questo sono sicura che tutto ciò le insegnanti dei vostri bambini ve lo hanno già riferito e senza dubbio ve lo hanno spiegato meglio di me…

A breve sarà indetta un’assemblea pubblica alla quale saranno invitati i lavoratori e i fruitori della scuola, conto di avervi tutti presenti, pronta a cercare insieme a voi risposte ai problemi che non sono vostri, ma nostri.

Credo fermamente nella scuola, perché un popolo ignorante è un popolo facile da ingannare, perché non capisce tutte le parole contenute in una frase, spesso prova soltanto a capirne il senso;

perché un popolo ignorante cerca di capire il senso attraverso la prossemica, i gesti, i toni, gli atteggiamenti e il contesto;

un popolo ignorante può rimanere ostaggio di gesti, toni, atteggiamenti e contesti; un popolo ignorante si vergogna della sua ignoranza, per questo spesso finge di capire..

Un popolo formato invece pensa, riflette, sceglie: con cognizione di causa, con coraggio, con pensiero critico.

Per questo il Comune di Collesalvetti punta sulla formazione e vuole TUTTI a scuola; per questo il Comune di Collesalvetti finanzierà, insieme alla Regione Toscana, l'apertura e il funzionamento di due sezioni di Scuola dell'Infanzia che il Governo Centrale si è rifiutato di aprire; per questo il Comune di Collesalvetti ha sostenuto la battaglia della Scuola Primaria di Guasticce; per questo il Comune di Collesalvetti, anche per questo anno scolastico, GRAZIE anche al prezioso contributo finanziario della Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno, e all'indefinibile disponibilità dei volontari della Pubblica Assistenza e dell'Auser, finanzierà il trasporto a scuola degli studenti con disabilità che frequentano gli Istituti Superiori.

Non diamo disposizioni, facciamo proposte. Non vogliamo adesione passiva dai nostri concittadini, ma confronto critico, con coraggio e onestà.

Un cordiale e sincero saluto,

Donatella Fantozzi

Assessore Istruzione-Comune di Collesalvetti

Data di pubblicazione: 04/10/2011